icona-master-cronicita

MANAGEMENT INTERPROFESSIONALE
DELLE CRONICITÀ
IN OSPEDALE E SUL TERRITORIO

A.A. 2017/2018

MASTER UNIVERSITARIO DI 1°LIVELLO

REQUISITI D’ACCESSO

Laurea di I livello delle professioni sanitarie e sociali.

Titoli equipollenti ai sensi del D.M. 27.7.2000 e della Legge n.1 dell’8.1.2002 unitamente ad un diploma di scuola media superiore.

Laurea di I livello in psicologia, pedagogia, sociologia, antropologia e in discipline umanistiche.

 

Potranno altresì partecipare alla selezione candidati in possesso di altre lauree triennali o magistrali o equipollenti.

È possibile ammettere uditori.

PROFILO PROFESSIONALE CHE IL CORSO INTENDE FORMARE

Al termine del Master il professionista sarà in grado di sviluppare:

• Effettuare un’analisi della comunità oggetto di indagine, evidenziandone i problemi principali di salute e i relativi problemi assistenziali, con particolare riferimento alla cronicità
• Realizzare il “prendersi cura integrato” della persona dal punto di vista interprofessionale centrato sui problemi bio-psico-sociali della cronicità e le necessità della persona e della famiglia in relazione al grado di autonomia e alla complessità di cura e di care lungo tutto il decorso della malattia secondo il chronic care model, sul territorio e il case/care management in ospedale
• Gestire il processo di cura/care in collaborazione con la persona, la famiglia, la comunità collaborando nell’ambito dell’équipe di cura/care
• Promuovere l’educazione terapeutica della persona, della famiglia e del caregiver
• Pianificare e realizzare interventi informativi, si sostegno ed educativi rivolti ai singoli, alle famiglie e alle comunità, atti a promuovere modificazioni degli stili di vita e migliore aderenza ai piani terapeutici e riabilitativi, utilizzando e valutando diversi metodi di comunicazione;
• Progettare, gestire ed essere garante di un’articolazione integrata di reti in un sistema di servizi che comprendono interventi domiciliari, semiresidenziali e residenziali che spazino da un minimo a un massimo di intensità sanitaria/sociale e che perfezionino modelli di continuità assistenziale;
• Favorire il ruolo partecipato del cittadino e delle associazioni nella gestione del SSN, puntare su modelli organizzativi innovativi e incentrati sull’integrazione per l’ampliamento delle potenzialità dei servizi;
• Garantire la continuità e lo sviluppo del percorso assistenziale per realizzare un’assistenza integrata centrata sulla persona;
• Attivare un sistema di integrazione professionale nella pianificazione delle cure offerte tramite un continuo interscambio delle informazioni che preveda momenti di audit dei risultati ottenuti e degli obiettivi da raggiungere;
• Attuare buone pratiche assistenziali, di natura tecnica, relazionale e psico-sociale tramite l’utilizzo di evidenze scientifiche e collaborare nel realizzare la ricerca scientifica;
• Prendere decisioni e coinvolgere sui principi etici e del codice deontologico.

DESCRIZIONE SINTETICA DEI CONTENUTI

Il Master si articola in 5 moduli:

Il fenomeno della cronicità, il chronical care model, strumenti per la lettura del territorio e per l’individuazione dei bisogni di salute della comunità

L’integrazione intra-ospedaliera, tra ospedale e territorio, intraterritoriale e socio-sanitaria; il lavoro in team multidisciplinari e multiprofessionali

La relazione professionista persone e famiglia; l’educazione della persona e della famiglia, del care giver alla gestione delle problematiche relative alla cronicità in ospedale e sul territorio; la partecipazione del cittadino al progetto di caring; le relazioni interprofessionali

Aspetti giuridici, di responsabilità e etico/deontologici dell’assistenza alla cronicità, inguaribilità, fine vita, in ospedale e sul territorio

L’utilizzo della ricerca per il miglioramento continuo dell’assistenza e per la qualità del servizio erogato

AREA PROJECT WORK

I due project work dell’anno accademico 2015/2016 sono stati:

“La casa della salute e il paziente diabetico: proposte di attività di promozione”

“Management territoriale del paziente con scompenso: medicina pro attiva, professionisti sanitari coinvolti, integrazione ospedale-territorio e sistemi informatici”

MODALITÀ DI FREQUENZA

La frequenza al Corso è obbligatoria (con la possibilità di un 25% totale di assenza). Le lezioni si terranno due giorni a settimana (per un totale di 12 ore a settimana) a settimane alterne (ad eccezione dei mesi di luglio e agosto).
L’impegno della parte teorica sarà di giovedì tutto il giorno e venerdì mattina.

(foto a cura di Elena Alfieri )

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

IL MASTER È COSTITUITO DA DIDATTICA
FRONTALE/INTERATTIVA IN AULA E DA ALTRE ATTIVITÀ.

 

PER LE ALTRE ATTIVITÀ
Sono previsti laboratori (in aula) comprensivi di simulazione, role-playng, visioni di immagini e filmati.

COMUNITÀ ONLINE
Il corso si avvale dell’infrastruttura online che permette la comunicazione, condivisione e collaborazione tra i partecipanti e i tutor basate sul CSCL (Computer Supported Collaborative Learning). La comunità fa parte di PUNTOZERO, il laboratorio online di ricerca in collaborazione con il progetto europeo opencare

Accedi alla tua comunità attiva online con le credenziali d’ateneo: http://puntozero.github.io/e-tivities.html

GLI STAGES
Sarà possibile effettuare periodi di stages in strutture ospedaliere che gestiscono la cronicità e l’inguaribilità: lungodegenze, geriatrie, neurologie, centri dialisi e oncologia. Sono previsti stages anche sul territorio in strutture quali case della salute, ospedali di comunità e di cure primarie, centri di salute mentale, reti per cure palliative, assistenza integrata domiciliare, strutture per anziani, strutture per GRACER, strutture per disabili e ambiti pediatrici.

IL PROJECT WORK
Consisterà nella elaborazione di un progetto di ricerca su tematiche attinenti al master, che verrà implementato, concluso e sarà oggetto della discussione della tesi. Il Project Work sarà sviluppato in gruppo e sarà seguito da un tutor esperto di ricerca e si svilupperà per tutto il corso del master.

LA PROVA FINALE
Consiste nella discussione della tesi elaborata in gruppo e che rappresenta l’esposizione dei risultati del progetto di ricerca attivato durante il corso.

immagine_morganizz-didattica

INFORMAZIONI DIDATTICHE

Le informazioni didattiche potranno essere rivolte a:

PRESIDENTE DEL MASTER

Prof. Leopoldo Sarli
Dipartimento di Scienze Chirurgiche

Tel. 0521 705280
E-mail: leopoldo.sarli@unipr.it

TUTOR DEL MASTER

Dott.Massimo Guasconi

AUSL di Piacenza

E-mail: m.guasconi2@ausl.pc.it

COORDINATORE SCIENTIFICO
DEL MASTER

Dott.ssa Giovanna Artioli
Dipartimento di Scienze Chirurgiche

E-mail: giovanna.artioli@unipr.it

TESTO DA STUDIARE PER ESAME:

Artioli G., Copelli P., Foà C., La Sala R. Valutazione infermieristica della persona assistita. Milano: Poletto Editore

Per ricevere maggiori informazioni generali, compila il form sottostante

no-reply@master-cronicita.it